Uno degli aspetti su cui bisogna soffermarsi, per arredare un bagno moderno, è quello cromatico. Le giuste tonalità sono indispensabili per donare a un ambiente un determinato mood: una stanza può risultare molto più intima, accogliente e familiare con la corretta combinazione di colori.

Per valorizzare il locale in questione è necessario curare ogni minimo particolare, non solo i sanitari e i mobili . Sono fondamentali anche gli accessori, le finiture e, per l’appunto, le sfumature dominanti. Segui i nostri consigli per trovare gli abbinamenti perfetti, e per allestire uno spazio che sia di grande impatto visivo!

Perché sono preferibili le tinte chiare?

Prima di addentrarci nell’argomento, però, vogliamo specificare una cosa: in linea di massima, in un bagno sarebbe meglio evitare le gradazioni scure e prediligere invece quelle chiare.

Stiamo parlando di un’area destinata all’igiene quotidiana e alla beauty routine, che deve essere improntata al relax, al calore e alla comodità. I colori pastello contribuiscono a trasmettere questa impressione, sono piacevoli e riposanti per gli occhi; sono fonte di comfort, e non causano mai il rischio di monotonia.

Il discorso vale soprattutto per i piccoli vani, che guadagnano notevole ampiezza e profondità grazie alle nuances luminose. A maggior ragione se a ciò associ i riflessi e gli effetti ottici di uno specchio di qualità, come quelli che sono inclusi nel nostro catalogo.

Le tonalità di un bagno moderno

Desideri scegliere le palette più adatte a un bagno di stampo moderno o contemporaneo? Partiamo dal presupposto che un contesto di questo tipo è contraddistinto da forme nette, geometriche ed essenziali: le opzioni più convenienti, per le pareti, sono un bianco brillante o un grigio perla, da arricchire con qualche elemento decorativo vivace – magari blu cobalto, turchese oppure arancio.

Per quanto riguarda i pavimenti, vanno benissimo le sfumature naturali del legno (o, ancora meglio, del gres porcellanato che imita il legno). È importante che i sanitari siano bianchi, e che l’atmosfera complessiva sia briosa e al tempo stesso raffinata. Una delle peculiarità di questo stile è la semplicità, che tuttavia non viene mai messa in secondo piano rispetto all’eleganza.

Bagni shabby chic e soluzioni cromatiche

I complementi shabby chic sono tornati in voga ultimamente, e sono stati reinterpretati alla luce degli arredi moderni. Ciò significa che ne viene ripresa la marcata ispirazione vintage, senza rinunciare ai criteri più innovativi come il minimalismo, la purezza delle architetture e la razionale ottimizzazione dello spazio.

arredo bagno savini 2

Un bagno con mobili a terra o sospesi in stile shabby chic ha bisogno di colori adeguati. Via libera al bianco, al perla, al panna, all’avorio e al beige, che evidenziano il design delicato e sobrio dei mobili. Ancora una volta ti suggeriamo sanitari bianchi, con rubinetteria in ottone per far risaltare il candore delle superfici.

Per le ante e i ripiani sono eccellenti i legni chiari, come il frassino, l’acero e il rovere. Ben venga qualche dettaglio dalle tonalità pastello, come il celeste, il rosa antico, il giallo pallido e il lavanda.

I colori dello stile classico

E se, invece, il tuo è un bagno classico?

Di nuovo vogliamo fare una precisazione: classico non è affatto sinonimo di obsoleto, anzi, le stanze che rientrano in questa categoria possono essere estremamente moderne per le linee geometriche e pulite e per i prodotti salvaspazio. È però costante il riferimento alla tradizione, che non è superata ma rivisitata in una prospettiva contemporanea.

Il bianco è una delle soluzioni ideali, ma è preferibile evitare il total white. Per lo sfondo ti raccomandiamo nuances come il sabbia, l’avorio e il grigio, con qualche pizzico di marrone, blu oppure rosso.

Una scelta intramontabile per i bagni classici è la carta da parati, di cui sarai tu a decidere tinte e textures. Applicarla è facile anche tramite fai da te: ciò che conta è rendere omogenea la superficie da ricoprire, eliminando qualsiasi irregolarità con l’aiuto di uno strumento abrasivo. Per il fissaggio usa una colla a base di amido e cellulosa, che a sua volta può essere realizzata in casa senza problemi.

I bagni industrial

Gli ambienti industrial sono molto particolari, e in quanto tali necessitano delle giuste gradazioni.

Questo arredamento, innanzitutto, è caratterizzato da finiture e accessori in metallo. Di conseguenza è perfetto un muro bianco, con un pavimento leggermente più scuro per creare contrasto. A dir poco apprezzate sono le pareti in mattoni o in pietra, per un quadro d’insieme più naturale e rassicurante.

Al contrario, per i dettagli sono indicati colori accesi come il blu elettrico e il verde intenso. È ottimo anche l’argento, che si accosta agli ornamenti metallici con un risultato straordinariamente artistico e scenografico.

Le migliori palette per un bagno piccolo

Come già abbiamo accennato in precedenza, la selezione cromatica è fondamentale specialmente per i bagni moderni piccoli. Questi, infatti, tendono ad apparire più vasti e ariosi con un simile stratagemma.

Il bianco è un evergreen, ma va sempre combinato con altri toni come il crema, il beige e le sfumature del legno. Il nero dovrebbe essere assente, o comunque limitato a elementi minuscoli.

Il giallino, il rosa e il verde menta sono altre buone opzioni per un contesto del genere. Per conferire profondità al locale è importante unire questi consigli ad altri accorgimenti, come la predisposizione di una finestra abbastanza grande e l’utilizzo di un ampio specchio. Il nostro marchio, lo ribadiamo, fornisce numerosi specchi da bagno, molti dei quali includono funzionali lampadine a LED.

Ricordiamo infine che, per ambienti di dimensioni ridotte, è consigliabile optare per i mobili da bagno componibili.