Le stanze da bagno, molto spesso, sono tra le più piccole della casa. Non è sempre facile sfruttare con logica lo spazio: a maggior ragione perché l’ambiente in oggetto deve essere libero da qualunque ingombro, e trasmettere una diffusa impressione di luminosità, accoglienza e intimità.

Arredare un bagno moderno significa anche gestire i centimetri con intelligenza, alternare pieni e vuoti ed evitare in qualsiasi modo un effetto finale “caotico”. È fondamentale che tutti gli inquilini possano muoversi agevolmente nel locale, tra mobili e sanitari, e che ogni accessorio necessario sia a portata di mano.

Come sfruttare al meglio lo spazio in un bagno

Segui i nostri suggerimenti per ottenere questo risultato! Hai l’opportunità di allestire un’area confortevole, funzionale, in grado di far sentire chiunque a proprio agio. Ciò vale sia per i contesti più vasti sia per i vani ristretti, compresi i bagni realizzati nelle mansarde.

Scaffali e mensole per raggruppare gli oggetti

Per cominciare, in un bagno di stampo contemporaneo c’è bisogno di una serie di scaffali per tenere in ordine i prodotti per la cura del corpo, i trucchi, i flaconi ecc.

Come sfruttare al meglio lo spazio in un bagno

Il vantaggio è duplice: questi complementi sono utili, per ovvi motivi, e sono anche eleganti a vedersi. L’importante è scegliere superfici geometriche, pure e prive di ornamenti superflui, magari fabbricate in legno o in metallo.

Non è difficile montare le mensole contro la parete se hai un minimo di esperienza nel fai da te. Ti serviranno soltanto un trapano per i fori, dei chiodi e degli appositi ganci, che non di rado sono forniti insieme all’articolo principale. Al termine dell’operazione puoi usare del silicone per riparare eventuali crepe.

Mobili dal design essenziale

Per amministrare in maniera smart lo spazio del bagno è indispensabile selezionare i mobili giusti. Al bando i modelli pieni di fronzoli e costruiti con materiali sensibili all’umidità; ottimi, invece, sono quelli dalle forme nette e lineari, che si amalgamano alla perfezione con il resto dell’arredamento.

Come sfruttare al meglio lo spazio in un bagno

Negli ultimi anni sono diventati molto popolari i mobili sospesi, che – come capirai dal nome – si fissano al muro e non poggiano sul pavimento. Tale opzione è pratica e conveniente per risparmiare centimetri preziosi; non dimenticare, poi, che per te sarà estremamente semplice lavare a terra. Il nostro catalogo è ricco di elementi di questo tipo, che abbiamo diviso in collezioni a seconda dello stile e delle finiture.

Naturalmente un mobile bagno di qualità può essere anche da terra. Ciò che conta è che il design sia essenziale, e che la bellezza proceda di pari passo con la longevità e la comodità.

Un box doccia minimale come soluzione salvaspazio

Hai una stanza da bagno piccola ma non vuoi rinunciare al box doccia? Non preoccuparti: in commercio vi sono strutture dotate di un pregevole minimalismo, concepite proprio con intento salvaspazio.

Di solito, queste docce possiedono un’architettura tanto pulita da inserirsi ad arte persino nelle nicchie e alle estremità degli ambienti stretti e lunghi. L’ideale è un box di vetro, che oltre a essere moderno accentua la profondità del locale con la sua trasparenza e i suoi riflessi.

E per chi preferisce la vasca? Anche in questo caso vi sono degli articoli che permettono di ottimizzare l’area disponibile con razionalità, come quelli a incasso.

Sanitari sospesi o privi di base

Per sfruttare al meglio lo spazio in un bagno all’avanguardia è necessario predisporre sanitari ad hoc.

In media, quelli con base sono più ingombranti e rendono il passaggio meno agevole: perché non prediligere, allora, degli innovativi sanitari privi di base? Questi sono davvero raffinati nella loro sobrietà, e sono progettati per lasciare il pavimento più libero.

Ti consigliamo le superfici in ceramica, lucide, lisce e brillanti. Il medesimo materiale è spesso utilizzato per i sanitari sospesi, che proprio come i mobili di cui abbiamo parlato prima si installano contro la parete e sono del tutto adatti ai bagni piccoli.

In più, è fondamentale riflettere con attenzione sulla collocazione dei sanitari. Tieni presente che tra i vari elementi deve esserci una distanza minima: ad esempio almeno 20 cm tra WC e bidet, 50 cm tra WC e doccia o vasca da bagno, e almeno 30 cm dalle fonti di calore. Questi criteri vanno sempre considerati nell’allestimento della stanza.

Una plafoniera al posto del classico lampadario

Se desideri adoperare in modo logico ogni singolo centimetro del tuo bagno, non trascurare dettagli come i dispositivi per l’illuminazione.

È importante che anche essi siano lineari e salvaspazio. Per un soffitto molto alto può andar bene il tradizionale lampadario; al contrario, se l’ambiente non è eccessivamente elevato la soluzione migliore è una plafoniera.

Tale strumento si posiziona sul muro, possiede forme essenziali ed è contraddistinto da un notevole potenziale estetico. Per montarlo tramite fai da te, procurati trapano, viti e chiodi specifici: prima di procedere, assicurati che la plafoniera sia vicina al punto in cui si trovano i fili elettrici.

Decorazioni: sì, ma con moderazione

Per concludere, in un bagno ospitale e accogliente sono indispensabili le decorazioni. Queste personalizzano il quadro d’insieme, ed evidenziano un’atmosfera complessiva calda e familiare.

Chiaramente, per una buona gestione dello spazio non bisogna esagerare con gli ornamenti. La chiave, come in tutti gli ambiti, è la moderazione!

Concentrati specialmente sulle pareti, dove applicherai un paio di quadretti, e sugli scaffali, su cui appoggerai qualche candelina profumata o un gradevole soprammobile. Nulla di più, per non cadere nel superfluo! Con questi accorgimenti non sarà difficile, per te, arredare il bagno nel rispetto della funzionalità e dell’eleganza.