L’ottimizzazione dello spazio è uno dei criteri fondamentali dello stile moderno. In una casa di stampo contemporaneo è indispensabile gestire l’ambiente in maniera smart, sfruttando al meglio tutti i centimetri a disposizione per creare una razionale alternanza di pieni e vuoti.

Ciò vale per tutte le stanze, compreso ovviamente il bagno. Questo locale è spesso piccolo e – pertanto – c’è il rischio che risulti traboccante di oggetti e accessori. Un pericolo che, però, può essere facilmente evitato, seguendo qualche semplice accorgimento relativo alla collocazione dei complementi, ai colori, alla scelta di forme pulite e geometriche.

Ti forniamo qualche consiglio utile in tal senso, per guidarti nell’allestimento di un arredo pratico e confortevole.

Una comoda soluzione: i mobili sospesi

mobili sospesi savini2

Se sei in cerca di mobili salvaspazio, ti suggeriamo di prediligere quelli sospesi: elementi che si montano direttamente contro la parete, e che lasciano libero il pavimento al di sotto. I prodotti di questo tipo possiedono spesso dimensioni minori rispetto a quelli classici, e si caratterizzano per linee minimal, decise e prive di tutto ciò che è superfluo.

I mobili sospesi del nostro brand, disponibili in diversi stili d’arredo, rappresentano la soluzione ideale per modernizzare anche i bagni più piccoli. Se stai pensando di restaurare e riqualificare la tua abitazione, inoltre, tieni presente che forniture del genere possono essere oggetto di sconto: il bonus mobili ed elettrodomestici prevede una decurtazione fino al 50% su una spesa di massimo 10.000 euro, purché in precedenza siano stati avviati lavori di manutenzione straordinaria.

Chi desidera rinnovare il proprio bagno trova un prezioso alleato nel nostro nuovo catalogo di mobili da bagno, diviso in numerose collezioni per accontentare ogni gusto ed esigenza. Via libera anche a mensole e scaffali da muro, per avere sempre a portata di mano dispenser, portaspazzolino da denti, pettine, creme e tutto ciò che serve per l’igiene quotidiana.

Adopera quanto più possibile gli angoli e le eventuali nicchie; opta per strutture con cassetti e ante, che riducono notevolmente l’ingombro.

I sanitari giusti

Oltre ai mobili di base, in un bagno sono naturalmente necessari i sanitari. Il lavabo, il WC e il bidet sono componenti imprescindibili di questa stanza: fai in modo di posizionarli a una certa distanza tra loro, e scegli quindi modelli non troppo ampi.

Diciamo che, in un locale piccolo, i sanitari dovrebbero avere una profondità standard di circa 45-50 cm. È importante che il WC sia installato ad almeno 15 cm dalla parete, il bidet a 20-25 cm; lo spazio antistante, in tutti i casi, non deve essere inferiore a 50-60 cm per garantire un passaggio agevole.

Per quanto riguarda la vasca, non è sempre possibile inserirla in un bagno di misure ridotte. Del resto, per un ambiente moderno si preferisce la doccia, che consente di sfruttare i centimetri in verticale ed è contraddistinta da forme pure e nette. Sono perfetti i box in vetro temprato, di grande impatto visivo e resistenti all’usura e alle macchie.

Non è difficile provvedere al montaggio, con un trapano per praticare i fori e una serie di viti per fissare il tutto. Ricorda solo di applicare alla fine dei sigilli in silicone, per scongiurare le infiltrazioni e la formazione di muffa.

Le piastrelle del pavimento

Per la pavimentazione del bagno le piastrelle appaiono come una scelta quasi obbligata: ma è così anche in un ambiente piccolo? Quali sono le soluzioni consigliabili in presenza di una metratura contenuta?

Sul mercato si possono trovare piastrelle di ogni genere, con soluzioni differenti per materiali e dimensioni, capaci di assicurare gli effetti più diversi. È preferibile limitare il ricorso ai piastrelloni, privilegiando i formati più piccoli che fanno apparire le superfici più grandi.

Tonalità e materiali per un bagno moderno

Per ottenere un bagno di ultima generazione è fondamentale riflettere sui colori, soprattutto se lo spazio è poco.

Prediligi le tinte chiare, che sono in grado di far sembrare la stanza più ampia; se ti piace il total white, però, vivacizzalo con qualche accessorio variopinto. Molto funzionali sono le superfici con finitura metallica, in stile contemporaneo e facilissime da pulire per la loro levigatezza. Va benissimo anche il vetro, purché sia stato rafforzato contro i graffi e le macchie causate dall’umidità.

Attenzione alla luce!

A questo punto soffermiamoci sulla luce, che è essenziale per accentuare il comfort di un bagno piccolo. Quella naturale è importantissima, ragion per cui ti raccomandiamo di evitare le tende alle finestre o, al massimo, di adattarle ai lati per sottolineare la verticalità degli infissi.

Per l’illuminazione artificiale è ottima la tecnologia LED, che concilia altissime prestazioni e risparmio energetico. Puoi valorizzare l’ambiente con lampade da muro, da soffitto, con faretti e con plafoniere dall’elegante gusto minimal.

Molto belle sono anche le strisce LED, semplici da installare con il fai-da-te: basta verificare con esattezza il posizionamento, magari con l’aiuto di un righello geometrico, e fissare la striscia alla parete. Devi, poi, realizzare dei fori per il passaggio dei cavi, che avverrà grazie a una pratica apertura all’estremità del dispositivo. Sistema l’alimentatore, crea i collegamenti elettrici, assicura la veletta con ganci in acciaio e il gioco è fatto!

Il ruolo degli specchi

Lo specchio è un elemento indispensabile in ogni bagno, ma in quelli più ristretti svolge un compito ancora più rilevante: donare allo spazio una maggiore profondità.

Decisamente moderni e innovativi sono gli specchi che puoi ammirare scaricando il nostro catalogo, purissimi nel design e dotati di notevole potenziale artistico. Tali modelli includono luci a LED, che come già abbiamo detto permettono di godere di performances elevate eliminando gli sprechi.

Ti consigliamo di montare lo specchio contro la parete in modo che sia visibile dall’ingresso, affinché la stanza appaia più vasta di quello che è in realtà. Un complemento di questo tipo può essere grande, anche perché aderisce perfettamente al muro e non risulta mai ingombrante. Collocalo sul lavabo, accanto alla doccia, nei pressi della finestra o in qualunque altro posto desideri!

La ricerca dell’ordine

Dal punto di vista dell’organizzazione complessiva degli spazi, il suggerimento è quello di evitare affastellamenti superflui ed eliminare la confusione visiva. Vanno bene i ripiani, i portasciugamani, le mensole e le nicchie, ma quel che più conta è che gli oggetti vengano sistemati in ordine; inoltre, è necessario individuare un criterio preciso anche per i colori. Secondo ciò che prevede l’home staging, infatti, gli accessori devono garantire un feeling cromatico.

Come riscaldare un bagno piccolo

Occupiamoci, infine, del riscaldamento di un bagno piccolo: i radiatori verticali devono essere preferiti in un bagno dalla metratura modesta, anche perché contribuiscono a non consumare gli spazi. Il termoarredo deve essere scelto in modo che possa offrire le migliori prestazioni in termini di funzionalità e potenza.