Il bagno padronale e quello di servizio si differenziano in base a numerosi elementi. Come potrai facilmente intuire, il primo è quello principale; il secondo viene usato come bagno di riserva oppure destinato agli ospiti.

Ovviamente, in entrambi i casi l’obiettivo è ottenere un vano funzionale ed elegante. Tutti e due i locali devono includere i mobili e gli accessori necessari: tieni presente, però, che le stanze padronali sono di solito più vaste di quelle di servizio, e che dunque possono essere valorizzate con un numero maggiore di complementi.

Lo scopo di questi ambienti, in linea di massima, è lo stesso, ma è totalmente diversa la maniera di viverli. Cambia il mood, poiché un bagno moderno padronale è improntato al relax e alla comodità, uno di servizio alla praticità. Segui i nostri consigli per arredare al meglio questi spazi così importanti!

I sanitari

Vi sono alcuni sanitari indispensabili in ogni bagno: stiamo parlando del WC, del lavabo e del bidet. Quest’ultimo, tuttavia, può essere inserito anche soltanto nel bagno principale, mentre gli altri due sono fondamentali per quello di riserva.

Ti suggeriamo di mirare sempre a un’ottimizzazione intelligente dei centimetri. Un bagno di servizio, nella maggioranza delle situazioni, non comprende né doccia né vasca, o al limite prevede un box minimale per chi ha bisogno di lavarsi rapidamente. Invece, nel tuo bagno padronale potrai installare una bellissima doccia di stampo contemporaneo, magari con tanto di dispositivi per la cromoterapia, o una vasca a incasso di notevole impatto visivo.

Ti ricordiamo che, per un ambiente padronale, la parola d’ordine è comfort. Al contrario, in quello di servizio si punta al risparmio di spazio e alla polifunzionalità. Ad esempio non è raro trovare una lavatrice o uno stendino per biancheria accanto ai sanitari. Questi dovrebbero essere sospesi, per ridurre ancora di più il rischio di ingombro.

Specchi e illuminazione

La giusta illuminazione e uno specchio adeguato aiutano a far sembrare i locali domestici più ampi e profondi. Ciò vale sì per il bagno principale, ma specialmente per quello di servizio che apparirà più grande e arioso con questo stratagemma.

Via libera, quindi, agli specchi di design: veri e propri elementi ornamentali, studiati per rendere ogni vano più luminoso e accogliente. Il nostro brand fornisce un’estesa gamma di tali accessori, arricchiti con lampadine a LED che accentuano ulteriormente i riflessi della superficie.

Non dimenticare la finestra, che in un bagno di riserva è spesso di dimensioni ridotte ma che comunque va posizionata strategicamente per sfruttare al massimo la luce naturale. Meglio evitare le tendine, le quali non farebbero altro che bloccare l’ingresso dei raggi del sole di giorno; se proprio non vuoi rinunciarvi, scegli un bel modello in cotone per impreziosire il tuo bagno padronale!

E per quanto riguarda l’illuminazione artificiale? Il LED è sempre un’eccellente soluzione, anche perché le lampade acquistabili sono tante e variegate. Prediligi il tipico lampadario da soffitto per il bagno principale; per quello di servizio, l’ideale è una plafoniera abbastanza piccola da integrarsi alla perfezione con il resto dell’arredamento.

Bagno padronale vs bagno di servizio: una panoramica sulla tipologia di mobile

A parte i suddetti sanitari, quali sono i mobili che non devono mai mancare in entrambe le tipologie di bagno?

In quello principale potresti montare dei mobili da bagno a terra oppure degli innovativi mobili sospesi, meglio ancora se dotati di ante e di ripiani per custodire tutti i prodotti destinati alla beauty routine. Il nostro catalogo è pieno di articoli del genere, suddivisi in collezioni a seconda delle finiture e dello stile! Inoltre è importante personalizzare il contesto con decorazioni adatte, per esempio un paio di vasi con piante resistenti all’umidità, un quadretto o qualche candela profumata.

Il bagno di servizio va invece allestito nell’ottica della semplicità: una buona idea in tal senso sono i mobili componibili. Ben vengano gli appendini da muro per asciugamani, che puoi tranquillamente fissare tramite fai da te. Devi procurarti soltanto dei chiodi e un martello, o in alternativa una colla oppure degli adesivi appositi.

Come già abbiamo evidenziato, non di rado il bagno di riserva è multifunzionale. Anche questo è indice di modernità e di versatilità! Gli ambienti che rientrano in questa categoria possono includere uno o più elettrodomestici, dalla lavatrice all’asciugatrice, fino al ferro da stiro con relativa asse.

Qualche consiglio per arredare il bagno padronale

Gli esperti di interior design raccomandano di utilizzare, per il bagno, colori caldi e chiari. Tali tonalità contribuiscono a delineare un’atmosfera intima, familiare e rilassante: pensiamo soprattutto alle sfumature naturali del legno, a gradazioni come l’avorio e il beige, a tinte pastello come il giallino, il rosa antico e il celeste.

Evita soluzioni cromatiche scure per il pavimento, e a maggior ragione per le pareti. Le piastrelle di marmo sono un evergreen se ti piacciono le stanze più eleganti e raffinate; il gres porcellanato effetto legno è un’autentica garanzia, in particolare se opti per versioni come l’abete, il larice e l’acero.

Suggerimenti per il bagno di servizio

Il bagno di riserva dovrebbe a sua volta essere valorizzato con palette chiare e luminose. Tuttavia è preferibile non ricorrere al total white, che in un locale così stretto non avrebbe la stessa resa scenica dei bagni padronali.

mobile legno massello

Una piccola chicca: cerca di selezionare solo complementi privi di spigoli, dato che gli angoli troppo accentuati potrebbero dare fastidio in un’area tanto ridotta. Infine, in tali circostanze sono ottime le porte a scomparsa: queste sono pratiche e maneggevoli, eccellenti se il tuo obiettivo è quello di risparmiare spazio.